La produzione pittorica di Marta H. Reyes è qualcosa che va al di là della semplice figurazione, è un percorso di ricerca denso di realtà soggettiva, di pensieri, di desideri, di sentimenti, è un mondo intimo e privato dove l’arte rappresenta uno spazio di transizione tra realtà esteriore e interiore. In ogni suo quadro segni, linee e colori diventano messaggio in relazione al contesto sociale originario dell’artista. Ritroviamo i colori vivi ed energetici della sua Terra, l’orgoglio di appartenenza alla Terra guatemalteca e alla cultura maya, la forza dirompente della Natura, ma c’è qualcosa di più, qualcosa che va oltre e al di là del contesto oggettivo e che si riallaccia all’intimità dell’autrice, alla sua esperienza vissuta e a ciò che è rimasto in sospeso. L’arte diventa quindi un’esperienza catartica attraverso la quale mente e anima si abbandonano alla creazione e si liberano attraverso l’impeto creativo. Il segno e le vivide cromie diventano gli strumenti attraverso i quali Reyes ripercorre la sua storia, reinterpreta le esperienze del suo passato nella perenne ricerca della propria rinascita. Le opere si fanno portavoce di una realtà soggettiva intensa e diventano trasfigurazione e specchio di esperienza umana. La tela riscatta l’animo e le sue pieghe più oscure per sfociare in colore vivo: l’emotività esplode e i ricordi prendono forma. Passato e presente si amalgamano e generano immagini che liberano il sentimento. L’astrazione a cui approda Marta H. Reyes è frutto di un dialogo profondo col dato tangibile, metafora di vita, confessione aperta di un’anima vera: diventa sintesi viscerale, linguaggio emozionale che da voce ad un accaduto. Nella sua dimensione creativa prende corpo l’introspezione donata all’osservatore che non può non essere colpito dalle vibrazioni che questi lavori emanano secondo sua libera interpretazione.

Dr.ssa Monica Ferrarini

The artist is not, never alia, that the bow ‘work’, it is identified in the footprint of the self, memory sedimented and projected as a form receptive, tested and finally represented in the world in which it is immersed. The totality of the appropriate knowledge and experience which has been involved by choice or in spite of, amplify the expressive forms and explanatory of actions and works, through which everyone, and especially Art, testifies. Approaching the works of Marta Reyes, born in Guatemala, with his eyes and then with the mind through them and split the cognitive paths of his life, his travels, a before and an after. Of a contemporaneity in which knowledge and experiences intersect, mingle, mingle or simply enrich or hardly lead us to define, perhaps, the complexity of his paintings. Marta Reyes carries the baggage of his expressive and formal training and a culture that belongs to her, one of Central America today and the most remote, ‘the land of the Maya, Guatemala’, his beloved land and painful.                                                                                                                                                                                                                                                                                      And, in the roots of this ‘culture’, which seems to rise up the momentum and expressive, violent and evocative. Where the contrasting colors in the sacrifice, the desire for a mature harmony fought and conquered, in their difficult compose. After a cry of anger or of wounded love, that hope can free porate and with it, any place to   stay.

Anna Cirilli,  May 15, 2014

 

Marta Hernandez Reyes è nata in Guatemala nella regione di Quiche.

2015 Riconoscimento “Accademico D’Onore” dell’Accademia Constantina.

2013-2014 Corso di Tecniche Varie presso la Scuola delle Arti Ornamentali di Roma Capitale.

2012-2013 Corso di Affresco presso la Scuola delle Arti Orn. di Roma Capitale.

2005 Corso di disegno presso la Casa della Cultura e dell’arte di Coban, Alta Verapaz

2007 Corso di pittura ad olio presso il Meson di San Cristobal Verapaz.

2009 Diplomata in Informatica presso l’UNIVERSITA’ GALILEO GALILEI DI GUATEMALA FACOLTA’ DI INGEGNERIA DI SISTEMA INFORMÁTICO E SCIENZE AMMINISTRATIVE.

Mostra collettiva “VENERE VIOLATA” presso Motor Village. Roma , marzo 2013.

Partecipazione alla mostra ECCOMI! RISALI CON ME al Pincio Piazzale Napoleone 1 Roma, Marzo 2014.

Mostra collettiva “1943-44 NIDO DI VESPE” presso VISIVA Roma aprile 2014.

Mostra personale “ATRAVERSA-MENTI DINAMICI” presso Centro POLMONE PULSANTE. Roma giugno 2014.

Mostra collettiva arte contemporanea”BABILONIA” presso il teatro dei Dioscuri al Quirinale Roma luglio 2014.

Mostra collettiva arte contemporanea presso galleria MONOGRAMA in via Margutta 57 Roma, luglio- novembre 2014.

Mostra colettava BARCELONA ART PRIZE presso galleria Ada art Salvador 8 Barcellona Spagna. Julio 2014.

Partecipazione a OPEN ART presso il teatro dei Dioscuri al Quirinale in via Piacenza . Roma gennaio 2015.

Mostra collettiva ART EXPO BARCELONA presso galleria Ada art Salvador 8 Barcellona Spagna. febbraio 2015.

Premio trofeo – GRAND PRIX DE LA COTE D’AZUR 18 Aprile 2015 –Cannes

Riconoscimento di merito Artistico per L’Ambasciata della Repubblica Araba d’Egitto Ufficio Cultural. Maggio 2015

Biennale Internazionale Contemporary Art, preso l’Istituto Nazionale della cultura Centrale idroelettrica Trezzo D’Adda Milano. maggio 2015.

Mostra personale “Energia de la vida” presso Park Hotel Guatemala giugno 2015.

Premio trofeo ARTISTA DELL’ANNO giugno 2015. Presso la città di Cesenatico, “Per l’impronta creativa nel panorama Artistico Internazionale”

Riconoscimento di merito Artistico per la Critica dell’evento “EVASIONI” preso Palazzo Chigi – Formello (RM) luglio 2015.

Biennale Internazionale della Calabria “LA RUOTA DELLA MEMORIA” agosto 2015

Premio trofeo LEONE DEI DOGI “Per l’impegno nel mondo dell’Arte” Venezia 25 luglio 2015.

Mostra collettiva D’Arte Moderna presso ARTE IN FIERA Reggio Emilia settembre 2015

Mostra collettiva D d’Arte contemporanea “ ARMONICI PENSIERI” presso la sala del Consiglio del Municipio di Roma 1 Centro. Ottobre 2015.

Premio biennale per le Arti Visive “OSCAR DEL’ARTE” Monte-Carlo ottobre 2015

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Comments


Add Comment